facebook
youtube
vimeo
pinterest
instagram
The M. Point

giugno-luglio 2016

TOSCANA & UMBRIA on the road

Se non lo aveste capito, sono un maniaco dell'organizzazione (in particolar modo quando si parla di viaggi): mi piace passare i pomeriggi su Booking a guardare decine di hotel, spulciare le migliori offerte in quanto a voli, e programmare roadtrip.


Vi descrivo il viaggio che io e Martina abbiamo fatto per il nostro 4° anniversario e per il suo compleanno: in realtà è stata una sorpresa e lei ha scoperto della partenza il 23 di giugno (nostro anniversario). Ho pensato alla Toscana perchè lei è anche Sommelier, ama i vini, e perchè io sono innamorato delle vigne, delle colline, dei borghi...insomma della Toscana. Per me insieme alla Sicilia rimane una delle regioni più affascinanti di tutta la nostra penisola.


Comunque vi mostro anche la mia tabella excel del viaggio con partenza dalla cascina: ovviamente abbiamo anche fatto mete fuori-programma.

1.PNG
2.PNG
mappatoscana.PNG

GIORNO 1: BOLGHERI - CASTAGNETO CARDUCCI - SUVERETO - BIBBONA

Partenza in mattinata direzione Bibbona, passando per La California, piccola cittadina marittima toscana. Ci fermiamo nel nostro hotel: la Locanda dell'Aioncino. Si tratta di una cascina ristrutturata immersa negli uliveti e nelle vigne, con poche camere con pavimento e soffitto in cotto, e un ottima cucina toscana. Uno spettacolo, ve lo consiglio!

Nel pomeriggio visitiamo i paesi dove ha vissuto Carducci, con al nostro seguito le sue poesie da leggere, tra cui Davanti a San Guido:


"I cipressi che a Bólgheri alti e schietti
Van da San Guido in duplice filar,
Quasi in corsa giganti giovinetti
Mi balzarono incontro e mi guardâr..."


Bolgheri è una piccola località situata nel cuore della Maremma, famosa per due cose: il viale di cipressi di cui parla Carducci che permette di raggiungere il paese e il Bolgheri DOC. Il poeta premio Nobel per la letteratura ci ha passato l'infanzia ed è proprio osservando i due filari paralleli che ha inciso nella storia una tra le poesie più belle che abbia mai letto.

Il Bolgheri DOC invece è un famoso vino toscano rinomato in tutto il mondo. Chi non ha mai sentito parlare di Sassicaia? Si tratta del vino prodotto dalla Tenuta San Guido, che ne possiede tutti i vigneti in quel di Castagneto Carducci.

Vi consiglio di visitare la cittadina durante l'ora di pranzo o durante l'aperitivo/cena, perchè ci sono molti ristorantini invitanti in cui fare una degustazione e mangiare piatti toscani.


Alla sera siamo stati a Suvereto, uno dei borghi più belli d'Italia. C'era una sagra e abbiamo mangiato all'interno delle corti del municipio, adibite per il banchetto.


IMG_9641IMG_9642IMG_9646IMG_9649
IMG_9637.JPGDSC_2120.JPGDSC_2112.JPG

GIORNO 2: VOLTERRA - SAN GIMIGNANO

Da Bibbona siamo partiti alla volta di Volterra per poi visitare San Gimignano nel pomeriggio. Sicuramente sono due tra le località più inflazionate della Toscana, ma continuano ad avere ancora un loro fascino nonostante il turismo di massa.


Tra qualche anno metteranno il numero chiuso come a Venezia o alle Cinque Terre.


Volterra si trova a più di 500 metri di altitudine sulla sommità di un colle e predomina la campagna toscana. I tornanti per raggiungerla la rendono ancora più affascinante.

La città fu fondata in epoca etrusca, ma oggi restano le grandi mura medievali che abbracciano il nucleo urbano, risalenti al Duecento. Il borgo possiede ancora 9 porte d'accesso.

La Piazza dei Priori ospita il Duomo, il Palazzo dei Priori e le Incrociate: un gruppo di torri. Molti dei borghi toscani hanno una quantità incredibile di torri: in alcuni casi facevano parte della cinta difensiva, in altri casi invece erano torri appartenenti alle varie famiglie locali ed evidenziavano la loro potenza.

Fuori dalle mura sorge il Teatro romano di Volterra (o per lo meno i resti) scavato nella montagna e costruito un secolo avanti Cristo.

Volterra ha un fascino mistico e infatti è stata spesso citata in film o libri fantasy, in cui viene associata a vampiri o streghe.


San Gimignano resta la mia preferita in assoluto. Ci ero già stato da piccino e me la ricordavo esattemente così com'è ora.

Si trova in provincia di Siena e la sua architettura la rende unica. Oggi ci sono circa 15 torri, ma durante il Medioevo se ne contavano più di 70. Infatti il borgo è stato inserito nei beni dell'Unesco. La piazza del Duomo presenta una serie di facciate e torri in pietra incredibili; sopra il Palazzo del Podestà sorge la torre più alta di San Gimignano (51 metri), che imponeva un limite in altezza per le altre torri.

Consiglio di andare alla Rocca di Montestaffoli per ammirare l'insieme delle torri (come si vede nella foto che ho scattato).

Penso che sia la città in cui tutti torniamo un po' bambini e abbiamo tutti i mezzi per fantasticare sul passato e immaginarci come si viveva in questo borgo centinaia di anni fa.

DSC_2141.JPGDSC_2140.JPGDSC_2146.JPGDSC_2152.JPGDSC_2159.JPGDSC_2189.JPGIMG_9680.JPG
DSC_2148DSC_2166DSC_2167IMG_9672IMG_9675IMG_9669

GIORNO 3: MONTERIGGIONI - SAN QUIRICO D'ORCIA - MONTALCINO

Durante il viaggio da Firenze a Siena, nel cuore del Chianti, emerge nelle colline un piccolo borgo veramente affascinante. Si tratta di Monteriggioni: un borgo che conserva le sue mura fortificate, arroccato sulla collina. Sembra di vivere un sogno: di tornare indietro nel medioevo in una località immersa nella campagna toscana. Forse sembra un museo a cielo aperto.

Le mura del XIII secolo volute dal Podestà di Siena servano per difendere la città dall'espansione di Firenze. Parliamo di una cinta muraria di 560 metri interrotta da 14 torri. All'interno ci sono pochissime case e la cosa più affascinante è il poter salire sulle mura; molto caratteristico è l'ingresso principale al paese, un lungo viale di lavanda.


Consiglio di fare un salto alla Spezieria Toscana: una piccola bottega dove poter acquistare un ottimo miele e biscotti dolci e salati. Vi consiglio i biscotti al rosmarino.


Lungo il nostro cammino ci siamo fermati in due comuni incantevoli: San Quirico D'Orcia e Montalcino.


Penso di averci lasciato un pezzo di cuore. Quanta bellezza. Si tratta di due borghi posizionati sulla collina, immersi nelle vigne (solo Barolo fin ad ora era riuscito a suscitarmi un tale stupore) di due dei più importanti vini al mondo: il Brunello di Montalcino e il Rosso di Montalcino. Vi consiglio di fermarvi ad acquistarne qualche bottiglia alla Cantina dell'azienda vinicola La Gerla, dove hanno intitolato una bottiglia "Birba" (che sarebbe il nome con cui chiamo Martina).


Sempre a Montalcino Martina ha voluto acquistare una bottiglia di Biondi Santi (la cantina più rinomata e costosa) da aggiungere alla sua collezione.


Abbiamo alloggiato a Pienza a Il Casalino, un bellissimo b&b immerse nei campi di grano con vista sullo spettacolare borgo.




DSC_2194.JPGDSC_2190.JPGDSC_2195.JPGDSC_2202.JPGDSC_2208.JPGDSC_2215.JPG
DSC_2196DSC_2199DSC_2201DSC_2203DSC_2204DSC_2216

GIORNO 4: PIENZA - MONTEPULCIANO

Pienza è un piccolo borgo della Val d'Orcia inserito interamente tra i siti Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, ed è un esempio riuscito di progettazione urbanistica razionale rinascimentale. Le strade e gli edifici del centro si riuniscono intorno alla piazza principale dedicata al pontefice, dove troviamo anche la Cattedrale, il Palazzo Comunale, il Palazzo Borgia e il Palazzo Piccolomini.


Da Pienza ci siamo spostati a Montepulciano, più che per visitare il borgo spettacolare, per fruire dell'esperienza di un luogo magnifico: il Salcheto Winehouse.

Vi giuro che mi sono innamorato di questo B&B immerso nelle vigne con una vista su Montepulciato incredibile.

Il Salcheto Winehouse è un piccolo albergo, realizzato all'interno di un casolare del 1200, nella tenuta Salcheto di Montepulciato che produce il famoso vino Nobile di Montepulciano. Si apre sul borgo e in totale ha 9 stanze arredate dalla designer Elisa Cavani di Manoteca. All'esterno ci sono due tinozze adibite a vasca idromassaggio.

Noi abbiamo soggiornato nella camera Nobile per il compleanno di Martina. E' stata una sorpresa che ha apprezzato moltissimo. Vi giuro che una notte in questo posto vi permetterà di scaricare tutto lo stress cittadino: più che un hotel io l'ho considerata una vera e propria esperienza sensoriale.

Abbiamo fatto una degustazione di vini all'interno della cantina, dopo averla visitata (assolutamente consigliata), realizzata in maniera sostenibile.



.

DSC_2227.JPGDSC_2230.JPGDSC_2235.JPGIMG_9725.JPGPranzo_CucinaNobile_BagnoNobile_LoungeNobile_BedIMG_9726.JPG
IMG_9718.JPGIMG_9728

GIORNO 5: CORTONA

Dopo aver lasciato Montepulciano e l'incredibile Salcheto Winehouse (in cui ho lasciato un pezzo di me) siamo partiti alla volta di Cortona.


Cortona è una cittadella in provincia di Arezzo, molto affascinante, dove abbiamo continuato il nostro tour gastronomico a mangiare tartufi estivi e dove abbiamo avuto l'occasione di visitare la mostra di un'artista locale che ci ha molto colpito. Per altro il borgo è celebre per aver ospitato illustri pittori nei secoli passati.


IMG_9744IMG_9746.JPG

GIORNO 6: ASSISI

Abbiamo soggiornato ad Assisi in cima alla montagna in una residenza d'epoca, il Castello di Petrata (prenotato tramite uno Smartbox regalatoci) con un giardino incredibile molto curato. Si tratta di un'antica fortezza del XIV secolo ristrutturata con un parco di 50 ettari con una vista unica su Assisi e Perugia.


Assisi è una città di origine romana, famosa per San Francesco e Santa Chiara e può essere considerata una culla della Fede Cristiana, oltre ad essere un punto di arrivo di molti pellegrini.

Gli edifici più importanti sono la Basilica Superiore di San Francesco e la Basilica Inferiore e si trovano sul Colle del Paradiso.

La Basilica Inferiore è una chiesa in stile romanico lombardo a navata unica con un ampio transetto che ospita le spoglie mortali del santo (la salma è conservata nella cripta). Gli affreschi sono di Giotto, Cimabue e dei loro allievi.

Sulle linee romaniche di questa basilica venne realizzata in stile gotico la Basilica Superiore, che completò il complesso monumentale in pietra rosa.

Le due basiliche sono collegate da una scala, impreziosita dai dipinti meravigliosi di Giotto, che realizzò le Storie di San Francesco di Cimabue.


Da non perdere ci sono molti edifici civili che affiancano le chiese e raccontano la storia della città. Da vedere è l'anfiteatro romano di cui resta il disegno ellittico e la rocca  medievale che veglia sul centro.

DSC_2243IMG_9752
DSC_2244.JPGDSC_2247.JPGDSC_2248.JPGIMG_9753.JPGIMG_9754carousel-tenuta-1SG2A8428-2slider-home-5

GIORNO 7: GUBBIO

L'ultimo giorno del nostro viaggio, prima di proseguire per la Romagna, lo abbiamo trascorso a Gubbio, cittadina che si trova riparata tra alcune montagne dell'appennino umbromarchigiano.


Gubbio ti sorprende con i suoi palazzi di pietra grigia e predomina sulle colline umbre. Anch'essa di origine romana è ricca di monumenti.


Vi consiglio di lasciare l'auto ai piedi del paese e salire a piedi (ci saranno molte salite): in basso troviamo il Teatro Romano e la Chiesa di San Francesco.

Il cuore del borgo è la Piazza Grande o Piazza della Signoria: una balconata che affaccia sulle case e sulla vallata. La vista è incredibile.

Ad ovest della piazza si apre il magnifico Palazzo dei Consoli, ad est il Palazzo Pretorio.


Spettacolare è la Gola di Bottaccione dove si può ammirare il confine tra i terreni di età giurassica e cretacica (livello K/T). Merita la visita.


Con Gubbio termina il nostro tour on the road per il centro Italia.

DSC_2254DSC_2255
DSC_2252.JPGDSC_2253.JPGDSC_2257.JPGDSC_2262.JPGDSC_2263.JPG

Ti ringraziamo per aver letto il nostro post.

Mi raccomando. Seguici su:


facebook
youtube
vimeo
pinterest
instagram

Martina & Matteo

Amanti dell'avventura. Viaggiare è scoprire una nuova cultura, un nuovo modo di vivere, una nuova cucina e delle persone meravigliose.

Di giorno lavoriamo, di notte sogniamo.


Il nostro hashtag: #TRAVELLING_is_life

14502714_1238530702876878_5241323339603667039_n

THE M. POINT


Se vi va, registratevi alla nostra NEWSLETTER

(tranquilli, niente spam :D)


© 2017 The M. Point. All rights reserved.

Create a website